AMAR SCRIVENDO (poesia) – componimento in versi semiseri, sull’amore per l’arte dello scrivere.

AMAR SCRIVENDO (2008)

Componimento in versi semiseri, sull’amore per l’arte dello scrivere, del vedere e del raccontare. L’ho scritto per la partecipazione ad un corso di scrittura creativa (per la cronaca poi non sono stato selezionato).

IL MONTATORE (sceneggiatura) – lo script tecnico dell’omonimo mio documentario sul montaggio.

IL MONTATORE chi è cosa fa cosa sa (2006)

E’ il testo delle scene accompagnato dalla descrizione di ciò che serve per la realizzazione filmica: il tipo di ripresa, gli effetti visivi e sonori previsti, i contributi audiovisivi che saranno usati, i titoli e sottotitoli grafici, ecc.. È interessante osservare, vedendo poi il documentario finito, come ciò che era previsto sulla carta sia stato reso e trasformato con le immagini: il montaggio ha cambiato parecchie cose!


LASCIATEMI DIVERTIRE (copione teatrale): Il futurismo e l’umorismo di Palazzeschi, trasportato in un opera teatrale sperimentale per 8 attori.

LASCIATEMI DIVERTIRE, (2005)

E’ un libero adattamento dell’omonima poesia del 1909 di Aldo Palazzeschi, che ho fatto diventare un copione teatrale (con indicazioni registiche). Un’opera teatrale sperimentale per 8 attori, in cui l’autore rivendita il diritto di essere considerato serio, mentre gioca con la poesia e con l’arte. Uno spettacolo dell’assurdo in bilico tra il futurismo e l’umorismo di Aldo Palazzeschi.

UN VENERDI’ SERA DI – VINO (racconto breve): Sarà capitata anche a voi la serata al bar con gli amici, quando si alza un po’ il gomito. Ma qui non c’è il lieto fine.

UN VENERDI’ SERA  DI – VINO (2005)

Una bella serata al pub tra amici, ascoltando bella musica dal vivo. Uno della compagnia è astemio. È colui che, come al solito, accompagnerà tutti gli altri a casa. Sarà però una serata non divina ma di – vino, dove l’eccesso porterà ad un tragico destino… Un racconto breve in forma di epitaffio che ricorda lo stile narrativo de L’antologia di Spoon River di Edgard Lee Master.


PIGLIATI UN BRODO (sceneggiatura) – Per calmarsi, a volte, è proprio meglio prendersi un bel brodino.

PIGLIATI UN BRODO (2005)

E’ una libera riduzione a sceneggiatura cinematografica dell’omonimo racconto di Alberto Moravia contenuto nel libro “Racconti romani” del 1954, ma non è la sceneggiatura del film con Totò di Gianni Franciolini che da esso è stato tratto! Insomma, il brodo è quello che dovrebbe prendersi il tappezziere protagonista della vicenda per calmarsi. Mario, diventato vedovo e risposato con Giulia, di trent’anni più giovane, non si rende conto che l’amore della moglie, tanto amore forse non è. Il dubbio gli sovviene quando strane telefonate disturbano la sua quiete quotidiana…

LA VENDITRICE D’AFFETTO (racconto) – Il mondo ha sempre più bisogno d’affetto e forse lo può trovare in qualcuno che ne ha tanto da offrire.

LA VENDITRICE D’AFFETTO (2004)

Il mestiere insolito di una donna che ha dedicato tutta la sua vita agli altri. Il racconto di una donna che trasformò la sua magnifica qualità di donatrice d’affetto in onesto lavoro. Anche coloro che in nessun modo avevano trovato soluzione al loro stato d’infelicità, capirono grazie a lei che solo l’affetto poteva guarirli.


LA LUPA (copione teatrale) – la novella verghiana in un libero adattamento teatrale.

LA LUPA (2004)

E’ un libero adattamento teatrale dell’omonima novella di Giovanni Verga, in cui i personaggi sono calati nella campagna rurale di inizio Novecento.

LA FERITA (racconto) – Può una ferita causare la distruzione di un intero sogno?

LA FERITA (2004)

Dopo 10 anni di progetti e un mutuo di 25 anni, arriva il momento di godersi la nuova, bellissima e modernissima casa. In compagnia della moglie che legge Novella 2000 e un cane che “canta” come Bobby Solo. In quella casa c’è però lo “stanza dei pensieri”, pochi metri quadri in cui rigenerarsi dalla routine quotidiana e staccare dallo stress quotidiano. Poi però succede che una ferita nel muro…


MARIO E IL MARÌO (copione teatrale) – La malizia e le inutili chiacchere della gente possono portare a estreme conseguenze.

MARIO E IL MARÌO (2004)

Libero adattamento ad opera teatrale del racconto “Mario” di Alberto Moravia. E’ una commedia contemporanea in dialetto veneto (il titolo gioca coi termini Mario e marito) che si svolge in un parrucchiere da donna, dove il tecnico Gino, arrivato per una riparazione, involontariamente scopre che la moglie…

IO, ORA (poesia) – Avevo appena lasciato casa, famiglia, amici e lavoro per seguire il mio sogno. Ora ero così.

IO, ORA (2003)

La mia storia personale, nel momento in cui ho scelto di cambiare vita. Sono partito da una piccola città, lasciando le certezze, per arrivare in una metropoli a inseguire il mio sogno… Una poesia in stile futurista ispirata all’opera di Filippo Tommaso Marinetti.


CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE (elaborato) – il ruolo dei mezzi di espressione più potenti e recenti nella società moderna.

CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE (2003)

Cosa rappresentano questi potenti mezzi di comunicazione di massa per la società? Arte, documentazione storica o intrattenimento? Quale dovrebbe essere il loro ruolo nella società? Le mie considerazioni a riguardo, nello svolgimento di un tema scolastico.

COPI, RICOPI O FOTOCOPI? (test) – L’unico test con basi scientifiche, altezze storiche e circonferenze colossali per scoprire la tua indole a scuola!

COPI, RICOPI O FOTOCOPI? (2003)

E’ un ironico questionario, a cura degli scrupoli di coscienza, a cui ogni studente dovrebbe sottoporsi. Dedicato agli alunni dell’Istituto per la Cinematografia e la Televisione, che a quel tempo frequentavo (chissà perché mi è venuto in mente di scrivere questo test… ). Ma lo possono fare tutti. Punteggio garantito.


I MAGNIFICI 17 – 17 schede di grandi film che hanno fatto la storia del cinema.

I MAGNIFICI 17 (2005 / 2006)

17 film che hanno fatto la storia del cinema. 17 schede con trama e critica del film, con il commento del professore e regista Valerio Ialongo e l’analisi del linguaggio a cura di Igor Francescato. Uno strumento di riflessione sui generi e sul linguaggio cinematografico, con uno sguardo particolarmente attento allo stile di montaggio. E un capitolo dedicato alla “pubblicità occulta” presente nei film in esame. Buona lettura!

ALLÒSANFAN

AMERICA OGGI

AMERICAN GRAFFITI

EASY RIDER

FANNY E ALEXANDER

FRONTE DEL PORTO

LA DOLCE VITA

L’AVVENTURA

L’UOMO CON LA MACCHINA DA PRESA

M.A.S.H.

NASHVILLE

PINK FLOYD – THE WALL

OLDBOY

SERPICO

THE BLUES BROTHERS

THE COMMITMENTS

TRAINSPOTTING


I MENU DELLO CHEF (menù di pura fantasia! 2003 – 2006)

Pochi sanno che ho fatto due anni di scuola alberghiera, e di questo me ne vanto scherzosamente con gli amici, come se ne avessi fatto 20. Allora quando gli amici li invito a cena, invento delle pietanze che sono quanto di più incredibile e fantasioso possa sfornare la cucina del migliore chef del mondo (almeno sulla carta). Ogni menù è personalizzato e contiene riferimenti specifici alle persone alle quali è dedicato. E’ un ironico, a volte sarcastico omaggio all’ospite, risi e sorrisi inclusi. E pensare che ho fatto solo due anni di alberghiera… e con indirizzo sala / bar!

menu dedicato ai 70 anni di pà

menù dedicato agli amici romani

menù dedicato ai compagni di scuola

menù dedicato agli amici sardi

menù natalizio